sabato 25 febbraio 2017

Pacati silenzi


Questa terra , arsa di un sole che tinge di deserto i campi, alte le sponde non impedimento a pirati e conquistatori di approdi improvvisi e clandestini, abbraccia il mare.
   Madre amorosa e burbero padre , come per una recita,  si alternano ad inventare incertezze.
   Le braccia conserte i marinai, messe all'asciutto le barche, dall'alto del sagrato della chiesa , posta sullo scoglio come un gufo, si fanno indovini di bonacce scrutando gli orizzonti con pacati silenzi e lenti gesti delle mani.




Tratta " Poesie di volti e memorie" di calogero restivo
Prova d'Autore Editore Catania

giovedì 9 febbraio 2017

Malinconia

Malinconia arrivi inattesa, ancora non è sera.  Non è l'ora solita in cui i rimpianti
amari come cicuta affiorano alla mente uno dopo l'altro come poste di rosario.
 Non è l'ora di ricordi di speranze tenute al caldo e cullate  e che alla fine hanno
morso come serpe allevata nel petto.
 Sono a vivere come pietra miliare su una strada che nessuno percorre  come albero secolare
chiamato a fare ombra e mai frutti, seminatore di foglie morte quando l'autunno s'avanza.
  Malinconia puoi aspettare. Soli rossi fuoco come carboni ardenti bruciano gli orizzonti.
  Non sarà vana l'attesa ne lunga.




Da " Poesie di volti e memorie" di calogero restivo
Prova d'Autore Editore Catania